Pubblicato da: Mist | marzo 3, 2008

Mi crolla il mondo addosso.

Ho chiamato per mesi il gatto dei vicini Romeo.

L’ho sentito dire un giorno, “Romeo, qui!”, e da quel giorno è Romeo.

Romeo si intrufola furtivamente in casa nostra, Romeo ci chiama quando la finestra è chiusa, Romeo ha un campanellino inconfondibile che fa dling dling dling, Romeo fa le fusa a mia morosa, Romeo ormai è stato ribattezzato Romeeeeeow, perchè è più stiloso.

Poi improvvisamente, ieri.

“Susy! Qui, dai!”

Dling.

Dling.

Dling.

Addio, Romeo. Io mi rifiuto di credere che per tutto questo tempo tu sia stata una Romea, come la statale. E soprattutto mi rifiuto di chiamarti Susy.

Annunci

Responses

  1. …..ti sono vicino….

  2. Romeeeeeow è a dir poco stupendo!
    Fossi in voi continuerei a chiamarla così!

  3. se volete bene a quel gatto uccidetelo. ha un nome orrendo, poverino/a

  4. Sempre meglio scoprire di aver sbagliato il sesso del gatto dei vicini che il sesso della ragazza con cui esci..

    P.S.= non mi riferisco alla tua morosa, era solo una battuta, una massima in generale


Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: